mercoledì 21 agosto 2013

Tempo

Ancora non so se andremo nella Clinica che ci ha seguito fin'ora o opteremo per un'altra. Ho tenuto il piede in due staffe..ma ormai il tempo sta per scadere; il ciclo si avvicina e dobbiamo prendere una decisione. Sam attende che sia io a decidere (dato che poi toccherà a me  sopportare il "peso" della stimolazione) ma propenderebbe per cambiare Centro.
C'è un filo che mi lega al nostro dottore e io non riesco a tagliarlo. A volte ho pensato che forse i suoi errori potevano aver determinato i nostri insuccessi..ho dato la colpa alla sua disorganizzazione, alla distanza, all'impossibilità per lui di seguirci in modo costante. Ma non ho mai messo in dubbio la sua umanità, la sua competenza e la passione che mette nel suo lavoro.
Non riesco a "staccarmi" da questo medico.
Più volte abbiamo ragionato sulla possibilità di cambiare centro (anche per motivi economici). Ma all'ultimo momento, c'è qualcosa che mi blocca. 
Forse perchè la mia gravidanza naturale era stata anche frutto dei suoi consigli. 
Forse perchè ho sempre pensato che se un'altra gravidanza doveva arrivare grazie alla PMA, sarebbe arrivata grazie a lui.
Forse perchè, in fondo, so che nonostante la sua disorganizzazione..se uno dei tentativi fosse dovuto andare a buon fine sarebbe successo e basta.
Forse perchè ho sempre ragionato più con l'istinto che con la testa..ma, chissà, magari è arrivato il momento di ragionare solo con la testa.
Tutto, nella nostra storia è irrazionale. Non c'è niente che sia dovuto andare come doveva. 
E se dovessi spingere nella direzione contraria e cercare di rendere la nostra vita più razionale, facendo ciò che sarebbe più conveniente fare: scegliere il centro più vicino a noi, provare con un nuovo medico, spendere meno energie possibili e vedere come va?
Non c'è molto tempo..tra oggi e domani, dovremo scegliere. E intanto, a proposito di ostacoli, lo spermiogramma di Sam ha evidenziato che è tornata la solita infezione..

16 commenti:

  1. E se la decisione venisse da qualche caso o coincidenza esterna, tipo per assurdo il primo che risponde al telefono? Io in qeusti giorni sono talmente in ballo al caso che mi sento di essere...fatalista. Piu' razionalmente ti direi: non fare nulla (insistere, cambiare) che ti rimproveresti se questo ciclo non andasse...(che poi perche' non dovrebbe andare :-))

    RispondiElimina
  2. Grazie per il consiglio, cara. Alla fine non sono riuscita a trovare le energie per cambiare centro..aggiungendo anche questa ulteriore variabile tra quelle che determineranno l'andamento del tentativo. Così, ritorniamo dal medico che ci ha seguito fin'ora. A questo punto credo di non potermi più rimproverare nulla, sto facendo tutto ciò che è nelle mie forze fare per far arrivare questo bimbo.

    RispondiElimina
  3. Arrivo ora e per fortuna non troppo tardi.. Le tue ultime parle secondo me sono il punto su cui concentrarsi: stai facendoil possibile e non ti puoi rimproverare nulla! Quindi, così dev'esssere, molto probabilmente. E appoggio anche il fatalismo della Sfolli..anche io ho deciso di non caricarmi molto per questo primo tentativo e di provare ad allentare la presa, meno controllo (Cosa??che significa?? bha!). Sono felice che siete di nuovo in pista...un abbraccio e vi pensiamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene bene, in pista anche tu eh? Per me questo sarà (spero) l'ultimo tentativo.Perlomeno in omologa. Oggi ho letto su un forum che una ragazza che poco tempo fa ci aveva comunicato di aver appena avuto il decreto di idoneità per l'adozione..è tornata a casa con la sua bimba di due settimane. Sono cose che fanno riflettere. In questo momento darei qualunque cosa per poter andare "oltre" questa ricerca..la metterei volentieri da parte. Ma, andiamo avanti e adesso che siamo in ballo, più il tempo passa e più cercherò di motivarmi e (moderatamente) di crederci. Un abbraccio anche a voi

      Elimina
  4. Dramma! avev postato un commento svanito nel nulla! Davo tutto il mio contributo e appoggio, felice di rivedervi in pista e facendoti i complimenti per tutto quello che fate..Si vede che il dottore è lui, è quello giusto. E che il fatalismo e la perdita di controllo ci colpisca, siempre. un abbraccio di nuovo da noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento c'è..sono io che sono un pò lenta con le pubblicazioni :) Credo che il dottore sia lui. E' uno di quelli ai quali si è disposti anche a perdonare qualche errore. Ma sì, dai, ogni tanto perdere il controllo fa bene, soprattutto per chi, come noi, deve attenersi a tanti programmi e scadenze. Bacione

      Elimina
  5. Mi trovo in accordo con Sfolli, altrimenti segui il tuo istinto.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Grazie tesoro, un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  7. Ho letto che ti sei riposata e ricaricata durante le vacanze, e ora sei pronta per tornare in pista..è difficile scegliere il centro e il dottore, quando ti sembra che da ogni tua decisione possa dipendere la riuscita o meno di quest'altro tentativo...ma ora sei in ballo, tu stai facendo tutto quello che è in tuo potere..la cosa più difficile è semplicemente affidarsi, io non ci riesco, vorrei poter controllare tutto...un abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici..anche io ho desiderato poter controllare tutto ma adesso mi rendo conto che proprio non è possibile. Il mio corpo spesso reagisce in modo impensabile e gli eventi spesso dipendono anche dal caso

      Elimina
  8. secondo me devi cercare la strada meno impervia anche solo dal punto di vista logistico. Hai già patito tanto, hai attraversato mille difficoltà. Cerca, per quanto possibile, di incamminarti lungo il percorso meno lastricato di ostacoli. Poi, come dici anche tu, se deve andare va...e DEVE andare...un abbraccio da chi, a volte, ritorna....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata :) Sono felice di ritrovarti!

      Elimina
  9. Immagino quanto sia difficile prendere questa decisione, ricominciare con un altro tentativo, pensare che dalle tue scelte dipendono tante cose..però forse hanno ragione le altre, se riesci a seguire l'istinto e a staccare la mente razionale, affidandoti a te stessa, sono sicura che prenderai la decisione giusta! Un abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisione presa..sarà il tempo a decidere se sia giusta o sbagliata? Forse in questo campo una decisione giusta o sbagliata non esiste. Chissà.

      Elimina
  10. Ogni decisione presa con il cuore e' quella giusta.ti auguro che sia quella fortunata.
    Raffaella

    RispondiElimina