mercoledì 13 agosto 2014

Elogio del silenzio

Dopo quasi un mese abbiamo rivisto Cicciottella che se ne stava bella seduta ma muoveva braccia e gambe..intanto io ancora non la sento ma pare sia normale. I chili presi in queste ultime 4-5 settimane mi danno da pensare..ma dopo i primi mesi in cui non riuscivo a mangiare (e infatti avevo perso peso)..adesso non riesco a smettere!
Le ferie sono ormai finite, anche se per me che non sono tornata a lavoro, suona strano chiamarle così. In realtà, nonostante il mare cristallino e la sabbia bianchissima non vedevo l'ora di tornare a casa. La spiaggietta che dall'anno scorso abbiamo scelto come meta preferita delle nostre vacanze estive, è stata presa d'assalto dai frequentatori di un villaggio turistico che, a quanto pare, vorrebbe trasformare la Sardegna nella riviera Romagnola. E così, dalle 10.00 in poi, non era più possibile sentire il rumore delle onde e rilassarsi, magari leggendo un libro..dovevamo sorbirci della pessima musica sparata a palla, telecronache delle gare tra canoe e giochi sulla spiaggia...neanche fossimo a casa davanti alla TV.
Per fortuna noi andiamo via presto dalla spiaggia, così abbiamo potuto "limitare il danno"..però che rabbia!
Non capirò mai perchè certe persone scelgano di spendere tanto per venire in Sardegna, per poi vivere delle vacanze così, perdendo completamente il contatto con la natura. La cosa più ridicola è vedere tanta gente piena di rotolini di ciccia, fare "ginnastica" sul bagnasciuga..Non sarebbe meglio andare in palestra una volta tornati in città?
Mah..., comunque, mi auguro che mia figlia non diventi mai una di loro, spero che apprezzi la natura, il silenzio e naturalmente la buona musica.

8 commenti:

  1. AHAHH come il Bikini Beach a Gallipoli. ISTES come dicono a Milano. Pazzesco davvero. Un abbraccione W il silenzio e le buone letture e l'ottima musica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è bellissimo leggere un bel libro in spiaggia o passeggiare sul bagnasciuga in totale relax, ascoltando semplicemente i suoni della natura..la musica se cè dovrebbe essere un valore aggiunto e sarebbe preferibile non venisse imposta agli altri, dato che ciascuno di noi ha i suoi gusti. Poi, come si fa a "staccare" dalla vita di sempre se si sente chiasso anche mentre si sta in spiaggia?

      Elimina
  2. Concordo! Una carezza al pancino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Frida, felice di ritrovarti :)

      Elimina
  3. Anche io odio la confusione e le spiagge affollate..non capisco come ci si possa rilassare e godere il mare..ma io sono asociale evidentemente, perchè alla maggioranza piace così....comunque ben tornata a casa, e un bacio alla cicciottella!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Ellie, alla maggioranza piace così, infatti molte persone che si trovavano sulla spiaggia libera erano ben liete di ascoltare la (terribile) musica che arrivava dal tratto gestito dal villaggio. Siamo noi a essere strani!

      Elimina
  4. Goditi il silenzio....ma voi due vivete vicino?perché non ci incontrate?:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari cara! Credo che dalle mie parti (Sardegna), in questi giorni faccia un pò più di caldo rispetto a dove vivi tu! Ti invidio sai?:)

      Elimina